Programma Accompagnatori

Approfitta del Congresso per fare un viaggio con la tua famiglia!
Agli accompagnatori di WAVE! AIDP dedica un programma articolato in 8 proposte (5 su Genova, il venerdì 12 maggio e 3 su Civitavecchia, il 13 maggio). Sarà possibile iscriversi a un massimo di 4 moduli: 2 su Genova, 2 su Civitavecchia. Per tutte le escursioni il raduno è previsto a bordo, presso l’Info Point AIDP (ponte 7), alle ore 9.30 e alle ore 14.30, eccetto che per la visita alla necropoli di Cerveteri, ore 14.00. E i ragazzi fino a 18 anni non pagano! Scopri subito le proposte che abbiamo riservato agli accompagnatori qui sotto, e se vuoi scarica il PDF.
Inoltre su LA SUPERBA è attivo il servizio di mini club a cura di GNV con  tante attività e servizi a bordo, scoprili QUI.
Buona scelta!

GENOVA, 12 MAGGIO

Galata, Museo del Mare

sia mattino che pomeriggio, numero minimo di iscritti 5
Navigare nella storia. Qui si sale a bordo, ci si immedesima nella vita dei marinai, dei passeggeri e dei migranti di ieri e oggi. Il più grande museo marittimo del Mediterraneo. La storia del rapporto vitale tra uomo e mare ne  è il filo conduttore. 12.000 mq di esposizione su 4 piani, postazioni multimediali interattive di grande innovazione, 4.300 oggetti originali (…) e davanti al Galata è ormeggiato il Nazario Sauro S518, l’unico sottomarino italiano visitabile in acqua. Situato nell’area compresa fra l’Acquario e la Stazione Marittima, il museo ha sede nel più antico edificio della vecchia Darsena, un tempo Arsenale della Repubblica di Genova. Qui, a partire dal 1500, si costruivano e si armavano le galee della flotta genovese! Oggi, il Galata con una ricostruzione architettonica di grande pregio, progettata da Guillermo Vázquez Consuegra vanta 2 stelle del Touring Club Italiano (il massimo riconoscimento al valore dell’opera), l’inserimento nella prestigiosa guida “The New York Times 36 hours 125 weekend in Europe” e il Certificato di Eccellenza di Trip Advisor.

L’Acquario di Genova

sia mattino che pomeriggio, numero minimo di iscritti 5
Una straordinaria passeggiata tra delfini, squali e centinaia di altre specie che popolano i mari del pianeta. A Ponte Spinola, nel cinquecentesco porto antico di Genova si trova il più grande acquario italiano, il secondo in Europa (dopo quello di Valencia) e il nono nel mondo. L’Acquario, di proprietà di Porto Antico di Genova SpA e gestito dalla società Costa Edutainment SpA, è stato inaugurato nel 1992 in occasione delle Colombiadi, (la Expo del cinquecentesimo anniversario della scoperta dell’America). La progettazione della struttura e dell’area limitrofa è dell’architetto Renzo Piano, l’allestimento degli interni è stato curato da Peter Chermayeff.

Chiossone. Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone

solo mattino, numero minimo di iscritti 10
Edoardo Chiossone
 nasce ad Arenzano (GE) nel 1833 e, dopo gli studi all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, diventa professore di disegno e incisione, poi Direttore dell’Officina Carte e Valori del Ministero delle Finanze del Giappone (1875-1891). Al termine del servizio ottiene di poter portare a Genova quanto fosse di suo interesse. Il ricchissimo patrimonio di arte giapponese ed orientale, così raccolto (periodo Meiji) è ora esposto nella Villetta Di Negro! Il museo ospita opere giapponesi di varie epoche: pittura (dal XI al XIX sec.), armature e armi, smalti, ceramiche, lacche, porcellane, strumenti musicali, maschere, costumi e tessuti, e una ricca collezione di grandi sculture del Giappone, della Cina e del Siam.

Discesa al porto Antico

sia mattino che pomeriggio, numero minimo di iscritti 10
Percorso guidato a piedi, scendendo da Spianata Castelletto attraversando via Garibaldi, illustrando il sistema dei Rolli (Patrimonio dell’Umanità per l’Unesco), arrivando a Piazza Banchi per finire al Porto Antico che, fino alla fine degli anni ’80, era una zona portuale ancora operativa. Restaurata su progetto di Renzo Piano e stata restituita alla città e ai suoi visitatori nel 1992, in occasione dell’esposizione mondiale, Expo 1992.

 Dialogo nel buio

solo pomeriggio, numero minimo di iscritti 5 – possibilità anche la domenica mattina, per accompagnatori e congressisti
Un’esperienza non dimenticabile.
Nel 1868 David Chiossone (cugino di Edoardo, il poligrafo...), letterato e medico, assessore all’Igiene del Comune di Genova,  fonda l’Istituto per Ciechi che porterà il suo nome. Per oltre un secolo, l’Istituto opera come centro di istruzione e assistenza per i disabili visivi, assicurando loro ospitalità, formazione, lavoro e tutela presso le proprie strutture. Nel 2013 l’Istituto porta a Genova in pianta stabile la mostra-percorso “Dialogo nel Buio”, nella chiatta ormeggiata in Darsena, un invito a scoprire una nuova dimensione multi-sensoriale che diventa dialogo interiore e scambio di esperienze sulla percezione del mondo, occasione per confrontarsi con la disabilità visiva. Un viaggio di 45 minuti in assenza totale di luce da cui si esce profondamente cambiati e dove il buio diventa spazio e momento prezioso di consapevolezza e apprendimento. Si viene accompagnati da una guida non vedente in un percorso che trasforma luoghi e gesti familiari in un’esperienza straordinaria ed unica. Questo spazio senza confini e riferimenti visivi, che regalano certezze, ma anche dipendenza e assuefazione, spinge a sperimentare un altro vedere.

CIVITAVECCHIA, 13 MAGGIO

 Centumcellae. Passeggiata per il centro storico di Civitavecchia, l’antica  Centumcellae

solo mattina, numero minimo di iscritti 20
Una suggestiva passeggiata alla scoperta delle bellezze di Civitavecchia: partendo dal porto, conosciuto fin dai tempi antichi come porta di Roma, dove il Fortino di San Pietro, nel molo del Lazzaretto, maestoso progetto voluto dall’imperatore Traiano, esempio di competenza ingegneristica romana, colpisce ogni viaggiatore.  Percorrendo l’antica muraglia incontreremo Porta Livorno e la fontana del Vanvitelli, con lo sguardo all’imponente Forte Michelangelo, considerato tra i più bei monumenti conservati e creati dal  Bramante. Poi la zona del Ghetto, dove un tempo abitavano le famiglie dei pescatori. A pochi passi dal porto, nella parte più moderna della città, una breve visita al Museo Archeologico Nazionale. E da lì, attraverseremo il vivace mercato della città, per raggiungere il punto più suggestivo dove si trovano le chiese più antiche di Civitavecchia. Considerate patrimonio storico, culturale e religioso visiteremo, grazie ad un’apertura eccezionale, la Chiesa della Stella – sede dell’Arciconfraternita del Gonfalone – e la Chiesa di Santa Maria dell’ Orazione, nota anche come Chiesa della Morte. Aneddoti, curiosità e tradizioni completeranno il nostro percorso guidato prima di rientrare in porto.

Terme Taurine. Visita al sito Archeologico 

solo mattino, numero minimo di iscritti 20
Alle pendici dei monti della Tolfa, in vicinanza dell’antico laghetto di Aquae Tauri, un tempo sgorgava la sorgente che ancora oggi passa per le Terme Taurine. La nostra guida ci condurrà alla scoperta del sito archeologico Terme Taurine che sorge sopra una collina immersa nel verde, a 5 km dal centro di Civitavecchia. Conosciute anche come Terme di Traiano, dal nome dell’imperatore romano fondatore della città, sono uno dei più importanti complessi termali di età romana di tutta l’Etruria meridionale. Diversi studi ipotizzano che l’area del complesso si identificasse con la villa dell’imperatore Traiano ed è noto che le sorgenti termali fossero ben conosciute ed apprezzate per le loro virtù terapeutiche fin dall’antichità. Oggi nel parco archeologico delle Terme Taurine l’acqua non sgorga più, ma non lontano sorge un complesso termale noto come Ficoncella.

Cerveteri. La Necropoli di Cerveteri

solo pomeriggio, numero minimo di iscritti 40, ritrovo alle ore 14.00
In bus raggiungeremo la cittadina di Cerveteri, Patrimonio UNESCO, che ha rappresentato il centro propulsore della civiltà etrusca. La nostra guida ci farà scoprire la storia dalla rocca medievale, il cui nucleo originario risale al XII secolo, per poi condurci alla nostra visita della Necropoli etrusca: uno snodo di oltre 2 chilometri, la più imponente di tutta l’Etruria. Le tombe monumentali sono scavate e in parte costruite nel tufo. Lì le famiglie aristocratiche ammassavano vasellame in metallo prezioso, oreficerie, bronzi, oggetti provenienti dalle zone del Vicino Oriente e dalla Grecia, armi, cinturoni, rasoi, fibule e gioielli nel desiderio di mostrare la loro ricchezza e di perpetuare nell’aldilà il loro altissimo livello di vita.

Per scegliere hai bisogno di saperne di più?
Ecco tutti i link di approfondimento

Galata, Museo del Mare
L’Acquario di Genova 
Chiossone. Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone
 – da tripadvisor 
Discesa al porto Antico: da Spianata Castelletto, attraversando Via Garibaldi, i RolliPiazza Banchi per finire al Porto Antico 
Dialogo nel buio, una proposta Chiossone  – da tripadvisor 

Centumcellae. Passeggiata per il centro storico di Civitavecchia
Terme Taurine. Visita al sito Archeologico 
Cerveteri. La Necropoli di Cerveteri

 Credits: Acquario di Genova